I Sacerdoti

  1. padre Heliodoro SANTIAGO BERNARDOS (Spagna)(parroco – in carica dal 6 ottobre 2018)
  2. padre Théodore RANDRIANASOLO (Madagascar)(viceparroco – in carica dal 6 ottobre 2018)

Padre Théodore Randrianasolo è nato ad Antsirabe (Madagascar) il 27 ottobre 1978 ed è stato ordinato sacerdote il 26 luglio 2014. Nominato vice Parroco nella Parrocchia di Santa Teresa Bambina della sua stessa città natale, vi è rimasto per due anni col compito di organizzare l’animazione e il ritiro spirituale all’interno dei gruppi di giovani e adulti. In seguito venne nominato rappresentante dei Giovani Sacerdoti della Città presso il Consiglio Presbiterale della diocesi di Antsirabe,  e, dopo due anni d’esperienza in detto Consiglio, fu trasferito in Italia da parte del suo Padre Provinciale: prima a Roma, poi a Nocera Umbra (Perugia) e, infine, a Torino, dove, dal 6 ottobre 2018, ricopre la carica di vice-parroco nella Parrocchia di S.Ermenegildo.
Mail: < randrianasolothe88@gmail.com>

“Ma cosa significa essere missionario – spiega Padre Théodore -? Significa far conoscere e annunciare a tutti la Buona Novella del Vangelo, come Gesù e la Chiesa stanno facendo da secoli.  I missionari dunque continuano la missione di Cristo e sono inviati dalla Chiesa, in nome di Dio , tra gli uomini nel mondo intero.

Il Concilio Vaticano II così stabilisce nel Lumen gentium, cap. III, n. 20: ‘I vescovi dunque hanno ricevuto il ministero della comunità per esercitarlo con i loro collaboratori, sacerdoti e diaconi. Presiedono in luogo di Dio al gregge di cui sono pastori quali maestri di dottrina, sacerdoti del sacro culto, ministri del governo della Chiesa’. Ciò significa che i sacerdoti sono i servitori della Parola di Dio, i ministri dell’Eucarestia e degli altri  sacramenti; essi sono servi del popolo di Dio.

Con le sue diverse attività, il sacerdote si presenta come un uomo di Dio incaricato di rappresentare Cristo in mezzo al suo popolo, al suo servizio e di condurlo alla Santità e all’amore del Signore. Il suo ruolo è importante per la comunità, perché rende presente Gesù tra gli uomini. Nel giorno della sua ordinazione gli è stata affidata una duplice missione: annunciare Cristo dovunque nella sua parrocchia, nella Cappellania, in carcere etc., e agire in suo nome attraverso la celebrazione dei sacramenti. La Messa è al centro del sacerdozio, poiché, attraverso l’Eucarestia, esso rende presente e vivo Gesù” (Padre Théodore Randrianasolo).

  1. padre Elpidio PASQUINI (collaboratore)